Chi sono

Nato a Impruneta (Firenze) il 17 gennaio 1948.

Diplomato all’Istituto Tecnico Industriale di Firenze nel 1968.

Studi universitari alla Facoltà di Filosofia di Firenze con indirizzo, prima, psico-pedagogico e antropologico culturale, poi, semiologico, sullo spettacolo e sulle comunicazioni di massa.

Ho fatto parte dei comitati di gestione di Spazio uno, il più importante cineclub fiorentino, e del Centro “Humor Side”, punto di riferimento nazionale, negli anni 70, del teatro comico sperimentale.

Fino al 1976 ho insegnato Applicazioni tecniche in alcune Scuole Medie Statali.

Nel 1977 ho realizzato uno spettacolo di marionette al Corso di cinema e comunicazioni di massa della Facoltà di Magistero di Firenze. E’ con questa esperienza teatrale che ho intravisto un mezzo espressivo che mi permettesse di approfondire e tradurre in pratica i miei diversi interessi, come la manualità creativa, la didattica, la letteratura e l’arte figurativa; così il Teatro in generale, poi il Teatro d’animazione e il Teatro per ragazzi in particolare, sono le aree di spettacolo e di divulgazione culturale in cui ho scelto di mettermi in gioco, ed è stato l’inizio di un percorso artistico e lavorativo di tutta la mia vita fino a oggi.

Ho cominciato a progettare e costruire pupazzi , marionette , burattini , sagome , strutture scenografie per spettacoli e attività mie e di altre compagnie teatrali.

Da quella fine anni ’70, inizio i miei interventi come esperto esterno in “metodi e strumenti didattici alternativi”, in Scuole materne, elementari, medie, Istituti magistrali, tecnici, di assistenza all’infanzia e Istituti d’arte (prima a Firenze poi in altre città italiane).

Sempre in questo periodo fiorentino, da solo o con altri, sotto la sigla dell’associazione CENTRO INTERMEDIA, da me fondata e diretta, ho condotto numerosi seminari e corsi di aggiornamento su storia, metodi e tecniche del teatro e dell’arte figurativa a fini didattici ed espressivi; ho realizzato laboratori pratici per il tempo libero dei ragazzi per il Comune di Firenze e Comuni limitrofi.

Nel 1978 ho organizzato per le manifestazioni fiorentine estive la Rassegna Internazionale di Teatro “I cugini dalla testa di legno”, sulla parentela con Pulcinella che unisce le più antiche tradizioni nazionali europee, facendo esibire burattinai inglesi , francesi e italiani nelle piazze di Firenze.

Negli anni successivi ho incrementato la mia attività di organizzatore con il Centro Intermedia, allestendo manifestazioni culturali, artistiche e spettacolari in collaborazione con diversi enti pubblici, associazioni, biblioteche e ludoteche.

Nel 1979 realizzo un CONVEGNO NAZIONALE con mostra, rassegna di spettacoli, stages, sul TEATRO RAGAZZI in Italia.

Nel 1981 fondo con un socio il TEATRO STABILE RAGAZZI di Firenze e, come sede di questa nuova realtà, prendo in gestione il Cinema-Teatro “Artigianelli”, nel centro storico fiorentino.

Come responsabile e direttore artistico del Teatro Stabile Ragazzi di Firenze ho realizzato STAGIONI DI TEATRO per ragazzi e giovani con le migliori compagnie teatrali italiane e straniere del settore, oltre a programmazioni di CINEMA sempre per ragazzi e giovani, e tante attività collaterali comprendenti MOSTRE, LABORATORI, INCONTRI, che hanno coinvolto scuole pubbliche e private, dagli asili nido fino alla facoltà di Magistero e all’Accademia delle Belle Arti, oltre, naturalmente, al pubblico generico. Inizio, con messinscena di “BURATTINATE” (1983), la mia esperienza di teatrante professionista, come ideatore,realizzatore, attore e animatore di tutti i miei spettacoli.

Dopo la chiusura al pubblico del teatro Artigianelli (1988) per l’impossibilità di adeguarlo ai continui aggiornamenti delle normative di agibilità, ho continuato in altri locali ad organizzare rassegne di teatro per ragazzi fino al 1990 a Firenze e provincia, sempre come direttore del T.S.R.(Teatro Stabile Ragazzi).

Nel 1989 adotto il nome “Teatro Assolo” come sigla per i miei spettacoli di teatrante solista.

Dal 1990 al ’92, ho progressivamente passato ad altri le attività del T.S.R. di Firenze, per dedicarmi al lavoro artistico e didattico, in particolare alla produzione e realizzazione di spettacoli di teatro d’animazione o per ragazzi. 

In questi due anni si consolida il mio trasferimento a Verona e la mia collaborazione con l’A.I.D.A. Centro Teatro Ragazzi di questa città.

In questo periodo veronese, fino al 1999, ho ideato, realizzato e rappresentato undici miei spettacoli(dal 1990 “Hansel, Gretel e la strega”, 1992 “Come Pollicino”, 1993″Come il gatto con gli stivali”, 1994 “Come i tre porcellini”, 1995 “Ristorante Mangiafiabe”…. fino al 1998 con “Fiabe del Buon Dio”), oltre a coproduzioni e partecipazioni alla realizzazione e rappresentazione di lavori con altre compagnie.

Ho fondato con altri l’Associazione “Per filo e per segno”, che per due anni ha proposto diversi avvenimenti, di taglio interdisciplinare, intorno al teatro di figure animate, sempre a Verona.

Dal ’96 si intensifica la collaborazione con la compagnia Corniani di Mantova, uniti nella etichetta “FIGURE TEATRALI”, con l’ampliamento della Rassegna teatrale “Animando Mantova”, con le sezioni “Figure d’Europa”, “Figure in provincia” e “Figure d’inverno”.

FIGURE TEATRALI progetta e realizza manifestazioni per realtà pubbliche e private, come gli interventi spettacolari e didattici di “Città, mobilità, futuro”, tappa mantovana dell’iniziativa europea sulla sperimentazione di nuovi modi di trasporto cittadino.

Nell’anno scolastico 97/98 ho condotto un progetto sull’utilizzo di tecniche teatrali nella scuola che ha compreso tutte le classi di scuola materna ed elementare del Distretto didattico di San Pietro in Cariano. Il progetto denominato “Gioco/teatro/scuola” è continuato anche nel 98/99, allargandosi anche a tutto il D.D. di Cerea, sempre in provicia di Verona.

Nel 99/00 ho realizzato un progetto legato a teatro ed educazione alimentare, “La scuola del prof. De Gustibus, ovvero sapori e saperi” con alcune scuole materne ed elementari per il comune di San Giovanni Lupatoto.

Si evidenzia così, in modo sempre più completo e organico, tutta la mia attività di spettacoli, laboratori, letture, divulgazioni sull’Educazione alimentare, nutrita dalla mia passione per la Cucina di tutto il Mondo. Sono di questo anno anche le mie esperienze fatte con due seconde dell’Istituto Alberghiero di Bardolino, una legata al tema “Cinema e cucina”, l’altra col tema “Teatro e cucina”, sempre sotto forma di  laboratori attoriali rivolti agli studenti coinvolti.    

Il 2001/2002 è il terzo anno consecutivo che conduco il corso di teatro per l’Università popolare della Valpolicella e il secondo anno per l’Università per il tempo libero di Valeggio sul Mincio.

Fra le mie proposte produttive di questi ultimi anni, mi piace sottolineare soprattutto “LIBRI IN SCENA”, un piccolo repertorio che amplio negli anni, dedicato alla promozione della lettura, costituito da esempi di tante possibili messinscene, quali emozioni teatrali parallele ai testi letterari di riferimento. Si rafforza così uno dei miei aspetti preferiti nel fare teatro, quello delle letture interpretate ad alta voce.

Dal 2003 al 2008 tutte le mie attività teatrali(produzione di spettacoli, laboratori, organizzazione di eventi teatrali e divulgazione culturale)  si svolgono interamente sotto la denominazione del Centro Teatrale Corniani, Teatro di figura di rilevanza nazionale, con sede a Cremona.

Nel 2009 riprendo ad operare con una mia identità e sigla autonoma, adottando la denominazione TEATRO PIU’. 

Porto avanti così i Progetti da me ideati e tradotti in pratica nell’area territoriale dove ho la sede, Valeggio sul Mincio (quindi Peschiera del Garda, Monzambano e Alto Mincio in genere), con iniziative come la Rassegna “Che spettacoli, ragazzi”, i laboratori di promozione alla lettura “Equilibri” nelle scuole dell’obbligo, le letture presso le biblioteche pubbliche, quali “Letti e Mangiati”, “Letti e giocati”, “Sognalibri”, attività che proseguo per diversi anni. 

Teatro Più non è la presunzione aggiungere qualcosa al Teatro, ma è un’aggiunta alla mia personale esperienza teatrale, l’intenzione di dare sempre più spazio ad altri miei interessi e ad altre mie attività, oltre o anche fuori scena, senza soluzione di continuità, almeno nella memoria.   

Dal 2010 riprende anche la mia collaborazione con la Fondazione- A.I.D.A. di Verona sia per l’organizzazione delle rassegne di spettacoli, sia per la distribuzione e la produzione dei miei spettacoli, come “DA CIPOLLINO,AVVENTURE DI VERDURE”, ispirato a “Cipollino” di Gianni Rodari: Nel 2011 costruisco strutture, scenografie e materiali di scena per lo spettacolo prodotto da Fondazione A.I.D.A.”L’arcobaleno nel piatto”di cui sono interprete come attore solista, accompagnato da un musicista dal vivo.